Blog: http://bloGodot.ilcannocchiale.it

La resa (ironica bandiera bianca semipoetica)



Ho smesso. Gli abiti antichi, la vecchia musica sconcia.
Non bisogna gettare la maschera, risalire gli argini
remare mentre la marea avanza impallidendo
saltare il fosso sgocciolanti di ambrosia.

Occorre. Lo ha scritto il professore T.
E' l’autorevole parere del massimo esperto I.
Lo sostengono lo scienziato V. e i suoi collaboratori.
Non lo ha negato l'acerrimo nemico U.

Risulta, dunque è. Cavalcavamo il mare quando apparve:
filamenti di porpora stingevano le nuvole,
tra le sue mani il libro aperto che ero diventata
e una noia stolta incastrata nello sguardo.

E' necessario. Mantenere le distanze di sicurezza
tenere l'ancora sempre a bordo, mai navigare a vista
restare ai margini della mischia. Arrendersi.
"Neutralità!", gridava il comandante dalla stiva

è così che poi si muore.

(emmeper)

P.S. Non c'entra nulla, ma queste sono cose per cui bisognerebbe indignarsi.

Pubblicato il 17/2/2006 alle 17.9 nella rubrica Le nostre poesie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web