Blog: http://bloGodot.ilcannocchiale.it

Galleria di lettori 4/ Gli approcciatori


Tra i nostri beniamini, i più simpatici sono gli "approcciatori". Si tratta di coloro che si avvicinano ai tesori di carta per stringere relazioni sociali oppure conquistare il cuore dell'amato o dell'amata. Alcuni approcciatori scoprono il fascino delle storie durante la spasmodica ricerca di frasi a effetto da inserire in una lettera d'amore, quando hanno esaurito il serbatoio dei cartigli dei Baci Perugina. Entrano timidamente nei templi della letteratura, quasi vergognandosi. Sfogliano distratti le perle accumulate sugli scaffali, ma intanto memorizzano i titoli e gli autori che potrebbero fare al caso loro. I più gettonati, in questa prima fase d'escursione, sono i poeti francesi e i sudamericani. "Quest'amore/così violento/così fragile/così tenero/così disperato", scrivono poi all'amata, sempre correttamente citando le fonti (altrimenti non sarebbero nostri eroi). "Ho fame della tua bocca, della tua voce e dei tuoi capelli", recitano sommessi al telefono.
Pian piano il seme della passione letteraria germoglia, ma gli approcciatori non ne dimenticano l'origine. Ecco perché spesso puoi incontrarli sui treni: sono quei tipi in apparenza riservati e silenziosi, che non alzano lo sguardo dalle pagine finché non notano qualcuno con cui poter condividere il loro interesse. In quel momento, lo scrigno aperto tra le mani è la scintilla che fa accendere il fuoco della dialettica. Gli scomodi sedili dei viaggiatori si trasformano per incanto negli scranni di un sacro simposio. Come un sorriso, sfoderano dettagli e considerazioni agli sconosciuti intercettati.
Per gli approcciatori, ogni opera è l'inizio potenziale di una relazione umana: sono l'avanguardia della nostra comunità, perché tramite loro circolano i pareri e sbocciano nuove visioni delle stesse storie. Ciascun approcciatore è un critico in nuce (qualcuno profonde tanto impegno nella sua missione che giunge a diventarlo). Lo individui subito in biblioteca: è quello che cicaleccia nell'orecchio del vicino, interrompendo la lettura a ogni piè sospinto e suscitando occhiate di disapprovazione e "sshh" stizziti.
Come coloro che al cinema non riescono a non commentare ogni scena con il loro accompagnatore, l'approcciatore non riesce a leggere senza resistere al racconto in diretta di ciò che vede tra le righe. All'università, ricapitola e riassume i paragrafi dei saggi ai compagni di studio. A letto, prima di addormentarsi (ha qualcosa del tradizionale, ma non si rifugia certo nella sua solitaria estasi), si ostina a leggere ad alta voce le frasi clou che attraggono la sua attenzione. La sua arma segreta è la matita: l'approcciatore ne è sempre fornito. Serve a sottolineare le espressioni su cui occorre confrontarsi e discutere con il prossimo. Non è un caso che questo genere di eroi prediliga gli affabulatori, le prolissità, le costruzioni sintattiche complesse, i periodi lunghi e sofisticati, i ghirigori in punta di penna. L'approcciatore è un amante della letteratura latino-americana: raggiunge la vetta del piacere immergendosi in Bestiari e Finzioni, sogna magiche case degli spiriti, si elettrizza per amori vissuti ai tempi del colera. Piange lacrime copiose quando Sigismondo si sottomette umilmente al padre Basilio e getta la sua Rosaura nelle braccia di Astolfo. "L'uomo può farcela a trionfare sul destino", commenta al suo temporaneo compagno di lettura, lanciandosi in un sermone pseudo-filosofico sul confine tra scienza e morale. Il nostro beniamino divora le esistenze fittizie dell’ingegnere Alvaro De Camposdell'oraziano Ricardo Reis e del bucolico Caeiro, coinvolgendo amici e conoscenti in approfondimenti collettivi sulle personalità multiple e la spersonalizzazione.
Gli approcciatori sono autentici lettori sociali, l'equivalente contemporaneo degli animatori dei vecchi salotti letterari. Sono le umane membrane nell'osmosi continua tra realtà e finzione.


(segue con "Gli emulatori")

Pubblicato il 17/1/2006 alle 12.17 nella rubrica Pennellanea.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web