Blog: http://bloGodot.ilcannocchiale.it

Tipi moderni/ I signori distinti e l'esercito dei pinguini

Ancora oggi capita spesso di appellare qualcuno con l'aggettivo "distinto". Un signore "distinto" - si legge nel dizionario De Mauro - dovrebbe essere "raffinato ed elegante nell'aspetto e nel comportamento".
Poiché il termine è saltato fuori a cena sabato con la Sister, ci siamo ripromessi di farne un post. Inaugurando una rubrica apposita per creare una galleria di personaggi contemporanei.
Il fatto è che la categoria della "distinzione", oggi, non regge più. Non in quel senso, almeno. Un agente immobiliare è "distinto" quanto e più di un giudice. Ogni funzionario aziendale, dall'usciere all'amministratore delegato, veste la medesima casacca. Le pause pranzo trasformano le strade delle città in distese artiche popolate da eserciti di pinguini in grigio, nero e blu. Rigorosamente incravattati, anche se nessuno vi dirà mai di amare quel laccio intorno al collo che chiamano cravatta.

Allora ci chiediamo: possiamo definire "distinti" pinguini indistinguibili? Se sì, distinti da chi e da che cosa? Non sarà che la distinzione come categoria del pensiero, indagata da fior fior di filosofi, sta marcendo nel conformismo?

Pubblicato il 5/12/2005 alle 13.7 nella rubrica Tipi moderni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web