Blog: http://bloGodot.ilcannocchiale.it

Scatti d'Australia

Siamo stati assenti giustificati. Torniamo "nuovi" con la bellezza negli occhi e nello spirito. La meraviglia della diversità: siamo passati dalle città al deserto rosso, dalla foresta pluviale alla barriera corallina, dalle praterie alle spiagge bianchissime. Abbiamo guidato per migliaia di chilometri senza incontrare anima viva. Ci hanno attraversato la strada animali di tutti i tipi, a ricordarci che la natura è ancora sacra, in certi luoghi della terra. Che gli uomini bianchi non sono i padroni del mondo. Che ci sono culture millenarie, ab origine, calpestate, stuprate eppure miracolosamente vive.

Abbiamo viaggiato leggendo "Le vie dei canti" di Bruce Chatwin e "Cuore di tenebra" di Joseph Konrad. Mai scelta fu più indovinata. Il capitano Kurtz sarebbe stato fiero di noi.
Vorremmo raccontare ogni passaggio. Ma su ogni ricordo regna il sorriso di Jack, l'aborigeno spacciato come guida-specchietto per le allodole in una visita a Uluru, il monolito sacro al centro del continente. Un ragazzo timidissimo che il giorno dopo si è sbracciato per salutarci in un supermercato di Yulara come se ci conoscesse da sempre. Lasciandoci felici come bambini.
































Pubblicato il 27/11/2007 alle 17.5 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web